Assaggi,  Primi Piatti

Zuppa calda con zucca, patate e scalogno

Quando il tempo è poco l’unica soluzione è ritagliarsi quei momenti in cucina e preparare l’indispensabile per le giornate più impegnative. Mettersi avanti con la cottura in vista di preparazioni più complicate diventa un modo non solo per acquisire tempo ma anche per nuove ricette.

Ed ecco che tra un ripieno per i cappelletti, un ragù alla bolognese abbiamo avuto modo di cuocere una saporita e dolce zucca che ci ha permesso di inventare la ricetta che troverete poco sotto. Prima di lasciarvi però alla cucina e alla sua preparazione, è un piacere informarvi che la nostra Zuppa calda con zucca, patate e scalogno è stata scelta dal sito Spadellandia per la pubblicazione nella sezione denominata “Blog stellati”. Un vero piacere!

 
 
 
 
Ingredienti: una zucca di media grandezza (meglio le zucche di forma allungata e di un arancio sbiadito) 2 scalogni, 5/6 mestoli di brodo vegetale, 4 patate, sale, pepe e Olio Evo q.b. 1 forma di pane pugliese da poter scavare!
 
Preparazione: tagliate in orizzontale la zucca dividendola in quattro parti e appoggiatela su una piastra da forno con della carta apposita. Non togliete i semi e non pulitela ma ponetela in forno già caldo a 180°/200° fino a quando non incomincia a cambiare colore. La cottura della zucca dipende dal proprio forno e anche dalla quantità di acqua che è contenuta. Prima di cuocerla del tutto, circa una ventina di minuti prima stando molti attenti, togliete i semi e i filamenti, continuando a cuocerla. Lasciate raffreddare e procedete con un cucchiaio a togliere la polpa. In una pentola antiaderente fate soffriggere i due scalogni (non è importante come li avete tagliati! Andremo a frullare il tutto alla fine!) con l’olio Evo aggiungendo un mestolino di brodo caldo. Una volta che gli scalogni si sono dorati aggiungete sia la polpa della zucca sia le patate senza buccia e tagliate a metà. Aggiungete il resto del brodo e aggiungete sale solo se questo ne è sprovisto. Lasciate cuocere, mescolando ogni tanto, a fuoco lento per circa una mezzoretta fino a quando il brodo si è assorbito almeno per la metà della sua quantità. Frullate e aggiungete un goccio di olio Evo. Mentre si cuoce la zuppa, scavate il pane e mettete da parte la mollica che andrete a saltare in padella calda prima di servire la zuppa, senza aggiungere altro condimento. In caso abbiate ancora il forno ben caldo potete approfittarne del suo calore. Servire direttamente la zuppa nel pane scavato aggiungendo una manciata di pepe nero e il pane croccante.
 
 
Buon appetito
 
Sabrina

Navigo nel fantastico mondo del web, giocando con le parole e con i contenuti dei blog altrui. Viaggio per scrivere e scrivo per viaggiare. Una laurea in pedagogia sociale nel cassetto, una libreria piena di libri fantasy e la passione per le serie televisive.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.