Assaggi,  Dolci

Carnevale ogni castagnola vale (con farina di farro) !

Condividiamo
Carnevale ogni castagnola vale (con farina di farro)Non potevo trovare titolo più insulso e inutile di questo ma il periodo di Carnevale, riesce a tirare fuori in me quella parte  leggermente più pazza. 

Non tanto per i travestimenti, l’allegria dei carri colorati, delle stelle filanti oppure della pioggia di coriandoli. A me il Carnevale piace perché in cucina la fantasia si sprigiona e si possono inventare (ed assaggiare) una varietà di squisitezza dolci che a confronto il periodo di Natale è un vero principiante. 

Complice un panetto di pasta sfoglia con farina di farro del Molino Gatti che ho utilizzato per realizzare i ravioli dolci  (travate la ricetta proprio →→ QUI ) ne ho creato delle piccole palline della stessa dimensione ed ho provato a friggerle creando così della gustose castagnole

Che sia giovedì grasso o martedì grasso non importa, queste bontà dolci sono ottime per tutto il periodo dei festeggiamenti. Vediamo insieme come le abbiamo preparate con la ricetta che troverete dopo le fotografie!

La farina di farro come alternativa alla solita farina 00
Carnevale ogni castagnola vale (con farina di farro) ! 

Le castagnole carnevalesche
La farina di farro per le Castagnole carnevalesche 

Carnevale ogni castagnola vale 
(con farina di farro): la ricetta

  • Ingredienti 50 g farina farro, 180 farina 00, 1 rosso d’uovo, 100 g di zucchero semolato, 30 g di burro a temperatura ambiente, 3 cucchiai di latte t.a. scorza di una arancia Ribera. 
  • Per la frittura: olio di semi vari o arachidi.  Zucchero a velo q.b.

  • Preparazione: formate una fontana su una spianatoia con le due farine dopo averle setacciate e aggiungete al centro il latte, lo zucchero semolato e l’uovo leggermente sbattuto. 
  • Aggiungete la scorza grattugiata di una arancia e il burro a temperatura ambiente incominciando a impastare con le mani fino ad ottenere un impasto liscio.
  • La farina di farro è più difficile da impastare e ha bisogno di umidità per amalgamarsi. In questo caso, bagnatevi leggermente le mani con l’acqua calda e continuate a impastare con una leggera pressione. 
  • Avvolgete la pasta in una pellicola alimentare e lasciatela in frigo per circa mezzora. 
  • Lavorate per qualche minuto la pasta una volta tirata fuori dal frigo. Questo ulteriore passaggio serve per ammorbidirla e poter creare cosi piccole palline della stessa grandezza.
  • Friggete le castagnole in olio caldo utilizzando se possibile una padella dai bordi alti e una volta raggiunta la doratura, scolate le castagnole su carta assorbente. 
  • Spolverate di zucchero a velo. 
Per questa ricetta ho volutamente utilizzare la farina di farro che mi è stata offerta da Molino Gatti che è specialista nella giusta macinatura e che offre alla sua clientela una qualità superiore. La farina di farro che vi presento in questa ricetta ha un elevato tasso di digeribilità, essendo a basso contenuto di glutine ma non è adatta per chi ha intolleranza/allergia al nichel.  
Prima di lasciarvi una piccola precisazione è d’obbligo: questa ricetta è stata pubblicata quasi due anni fa e la ricetta è stata leggermente modificata in questi giorni con l’aggiunta di maggiore farina 00 e l’utilizzo del rosso d’uovo. 
Sabrina 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *