Guest Post

Intervista a Dina di Cibo che passione

E niente ci siamo cascati di nuovo ed abbiamo avuto modo di scrivere una Intervista a … una amica blogger. A dire il vero Dina è una eccellente appassionata food blogger . Possiamo trovare su Cibo che Passione tantissime ricette per dare frutto alla nostra insana voglia di mangiare con gusto. Lasciamo quindi la parola a Dina e facciamoci trascinare dalle sue pietanze.

☆ Ciao Dina e grazie mille per aver accettato di partecipare a questa rubrica. Conosciamoci meglio. Raccontaci qualcosa di te  ☆ 

Cercherò di semplificare il più possibile. Non sarà molto facile perchè quando mi apro con le persone sono una grande chiacchierona. Inizio dicendovi che sono nata in una grande metropoli della Russia. La bellissima e affascinante San Pietroburgo. Ai miei tempi era chiamata Leningrado. Tutta la mia famiglia è originaria di questa città dove ho vissuto per i primi sei anni della mia vita. I miei genitori poi hanno deciso di lasciare tutto: famiglia, casa e lavoro (papà era un oculista!) e intraprendere il sogno dell’America!!

All’epoca e parliamo del 1989, quando si lasciava il proprio paese e si scappava verso altre mete, si facevano diverse tappe. Noi dopo un mese in Austria ci siamo fermati un paio di anni in Italia in attesa della chiamata che è arrivata quando oramai ci eravamo stabiliti. Innamorati di questa bellissima terra. Dopo alcuni anni in provincia di Roma e tutta la mia infanzia e gioventù a Perugia (stupenda città) mi sono stabilizzata in provincia di Macerata. Per amore. Classe ’82, moglie e mamma di due pesti (Cristian di 10 anni e Ilenia di 7 anni) per tanti anni ho lavorato come agente di commercio nel settore scarpe.

 

☆ Come si passa dal lavoro di agente di commercio a quello di foodblogger?  ☆ 
Da quando mi sono sposata, sono quasi stata obbligata a imparare a cucinare. Vi dirò solo che i primi anni, quando preparavo una torta a mio marito, lui faceva la battuta :
Amore te fai delle torte belle e basse!
Ebbene vi confesso che non si lievitavano mai. Siccome per lavoro ero sempre stressata, ho iniziato a dilettarmi in cucina e mi sono iscritta a diversi gruppi presenti su facebook. Mi sono arrivati tantissimi complimenti dalle persone iscritte e così ho pensato di aprire una pagina tutta mia. E da li a qualche mese è nato il mio blog Cibo che passione!
Prima scattavo con il telefono. La luce artificiale e il blog era presente sotto una piattaforma. Poi ho iniziato ad appassionarmi e il primo investimento è stata una reflex. Ad agosto il salto più grande è stato quello di acquistare un dominio tutto mio.
Cibo Che passione – Foto di Dina Gintsburg

 

 

☆  Il tuo blog ha un filo conduttore a cui tieni particolarmente o ti piace presentare diverse tipologia di pietanze?  ☆ 
Ad essere sincere è presente un po’ di tutto. Amo sperimentare sia nuovi ingredienti che nuovi accostamenti. Grazie alle mie origini russe, sto riscoprendo la cucina della mia terra che in Italia è poco conosciuta. Amo preparare ricette vegetariane, vegane, gluten free e senza lattosio. Preparo principalmente spinta dalla ispirazione del momento e non lascio mai una ricetta uguale all’originale.

 

☆  Oltre al blog hai altre passioni? Mi pare di capire che ora non lavori più come agente di commercio nel settore scarpe.  ☆ 
Con l’acquisto della macchina fotografica reflex, mi sono appassionata alla fotografia. Come food blogger sono una autodidatta e cerco sempre di imparare dai miei errori.
Grazie ai miei genitori sin da piccola ho viaggiato tantissimo, sia in Italia che all’estero. Ora sicuramente lo faccio meno ma è una mia forte passione soprattutto quando c’è da scoprire posti nuovi. Amo particolarmente i fiori e i loro colori.
Cibo che Passione – Foto di Dina G.

 

 

☆  Ultima curiosità. Prima di salutarti e ringraziarti per questa Intervista ci viene una domanda legata ovviamente alla tua cucina: il piatto che ami di più e quello di meno? ☆ 
Beh la cucina in assoluto che amo è quella italiana. Essendo però una grande sperimentatrice amo molto la cucina straniera. In particolare quella giapponese. Infatti spesso mi dico che sono nata dalla parte sbagliata del mondo. Adoro inoltre la cucina indiana ricca di spezie e sono una grande amante del curry, della cannella oltre che delle fragole e dei funghi.
Il piatto che amo di più in assoluto e a cui non posso rinunciare è la millefoglie. Quella vera con la crema chantilly. Mentre che non amo e che non penso nemmeno di assaggiare in futuro è la trippa. Mi fa proprio senso. A parte ciò sono una buona forchetta!
Come non dare torto a Dina quando parla di trippa? Siamo giunti al termine di questa Intervista con … e sappiamo che seguirete le avventure in cucina  della nostra amica sul suo blog Cibo che Passione ma potrete anche sbizzarirvi su instagramCondividere con lei su pinterest e su facebook

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.