Manifestazioni/Eventi

Outdoor Expo 2019 Bologna: viaggi e turismo all’aria aperta

Si è appena conclusa la seconda edizione di Outdoor Expo e noi siamo in trepidante attesa del terzo appuntamento che avverrà nel 2020. Per chi non lo sapesse e non avesse seguito le nostre storie su Instagram , il primo weekend di marzo si è svolta la manifestazione turistica Outdoor Expo presso i padiglioni della Fiera di Bologna. In concomitanza con il Salone Europeo delle attività subacquee, tantissime sono state le opportunità per conoscere e provare le attività legate alle vacanze all’aria aperta.

Centottanta gli espositori presenti in Fiera. Un incontro di domanda e offerta sia per i professionisti del settore turismo, sia per gli amanti della natura e sport. L‘obiettivo era sicuramente quello di permettere a tutti, dai neofiti agli esperti, di conoscere una varietà molto ampia  delle discipline sportive legate al mondo dell’outdoor.

A nostro parere un obiettivo totalmente raggiunto. Non solo per l’affluenza di visitatori che ha toccato le 33 mila presenze ma per l’impegno che ogni singolo esperto è stato in grado di offrire. Abbiamo così potuto toccare con mano la professionalità e l’esperienza in ogni stand a cui abbiamo rivolto la nostra attenzione.

 

☆ L’area test: 400 mq con percorsi in materiale naturale  ☆
Centro Servizi – Albering con Esploraria – Foto di Davide Mazzoni

La possibilità di sperimentare e coinvolgere il pubblico è sicuramente il primo obiettivo raggiunto dagli organizzatori della manifestazione. Tante le discipline ludiche, ricreative e sportive adatte ai grandi e ai bambini. Oltre che il coinvolgimento emotivo nell’assistere alle esibizioni dei performer più temerari.

Non riusciremo a scriverle tutte ma nel nostro percorso abbiamo trovato (e provato) Albering, arrampicata lead e boulder, canoa, E-bike, Nordic Walking. Il tutto sotto l’occhio vigile di veri esperti del settore che hanno saputo coinvolgere il pubblico a 360 gradi. Ogni singola postazione, fedele all’originale, è stata costruita riprodotta con materiali naturali e in piena sicurezza con l’utilizzo di caschetti, salvagente e corde.

Quest’anno la presenza del Ministero della Difesa è stato un elemento in più per scegliere Outdoor Expo. Attraverso i militari dell’Esercito Italiano, la Marina Militare, l’Aeronautica Militare e l’Arma dei Carabinieri una esperienza totalitaria ed emozionante.

Apprezzata la possibilità di conoscere, attraverso una simulazione di addestramento militare, la forza e la tenacia dell’Esercito Italiano. Adrenalina pura il simulatore di volo interattivo che crea l’ebbrezza provata pilotando un Eurofighter. Fondamentale la tutela dell’ecosistema umano e terrestre in cui viviamo. Un percorso possibile attraverso la conoscenza dei Carabinieri Forestali. I quali hanno portato in fiera un vero  villaggio natura per rappresentare il mondo della biodiversità.

 

☆ Area travel: le offerte turistiche per gli amanti dello sport  ☆
Outdoor Expo 2019 – In canoa – Foto di Sabrina Balugani

Nell’area travel confrontarsi con gli operatori del settore turistico è stato veramente facile e divertente. Siamo partiti con la voglia di conoscere a fondo la nostra regione Emilia Romagna. Un vero e proprio percorso a passo d’uomo. Camminando abbiamo incontrato esperti del settore eno gastronomico, del trekking e del cicloturismo. Testimone d’eccezione non poteva essere che il grande Albero Tomba. Idolo affascinante ma soprattutto conoscitore della montagna e delle sue innumerevoli sfumature.

Abbiamo conosciuto la simpatia dello staff dello stand Tirolo Austriaco. Le quali ci hanno offerto un bicchierino di grappa dandoci le giuste informazioni sulle offerte turistiche della loro zona che visiteremo presto.

Siamo saliti con la funivia a Pila in Valle d’Aosta, meta che non siamo riusciti a visitare l’anno passato. Abbiamo incontrato e conosciuto l’Altopiano di Asiago. Il caldo Cilento, le Langhe Roero, Madonna di Campiglio per rimanere in Italia o Malta, la Giordania per citare alcune località estere .

Tutti gli operatori del settore che ci hanno mostrato le loro offerte di turismo adatto a un pubblico con bambini al seguito e per i più temerari dell’avventura. Siamo tornati a casa con quattro buste piene di dépliant e gadget, occasioni di viaggio e di vacanza in mezzo alla natura che tornare a lavorare il lunedì è stato molto faticoso.

 

☆ Convegni, competizioni, gare agonistiche e tanta adrenalina ☆

E non poteva essere tutto qui. Tanto e ancora lo abbiamo trovato  nell’area di Expo Forum. Un intera comunità di  esperti del settore sportivo e turistico che hanno affrontato argomenti, temi e avventure con incontri e convegni a tema natura.

Molto sentita è stata la partecipazione nelle aree competitive agonistiche. Infatti nelle tre giornate di manifestazioni non sono mancate  la Coppa Italia di arrampicata sportiva Boulder , la tappa Electric Bike Cross Championship e l’Italian Trickline Championship.

Outdoor Expo 2019 è stata una vera e propria esperienza che ci ha permesso di conoscere a fondo il mondo del turismo sportivo e all’aria aperta. Ci sono stati offerti gli strumenti adatti ad organizzare le nostre vacanze e le nostre attività nella natura con un approccio diverso dalle solite manifestazioni a cui siamo abituati a partecipare.

Se vogliamo trovare una piccola pecca nella organizzazione è la mancanza di parcheggi gratuiti nelle vicinanze della Fiera . Sappiamo benissimo che è un argomento che da anni viene affrontato. Bisogna non dimenticare di parlarne sempre seppure può dare fastidio.

Ringraziando l’Ufficio Stampa per averci dato la possibilità di fotografare, curiosare all’interno degli stand e di poter parlare con tutti gli espositori, siamo pronti per affrontare il prossimo anno una nuova manifestazione che sarà sempre più entusiasmante. Ne siamo sicuri.

 

 

Please follow and like us:
error

16 commenti

  • Annalisa

    Mannaggia!! Non ero a conoscenza di questa fiera! Un vero peccato averla persa perché in pratichiamo lo Standuppaddle e il surf, sports outdoor per eccellenza. Mi sarebbe piaciuto molto condividere esperienze e fiutare novità nel campo.

    • SaBriNa

      Allo stand dello Standuppaddle il tizio mi ha chiesto se volevo provarlo ma non ho avuto il coraggio. Sai che figura cadere in acqua? Ma mi intriga un botto! E’ difficile?

  • Katja

    Ma dai? Non sapevo proprio di un Outdoor Expò a Bologna! Credo una tappa obbligata per chi ama e pratica questo tipo di turismo e non mi dispiacerebbe conoscere meglio l’Emilia Romagna con percorsi enogastronomici ad hoc (e come non proporli in una regione del genere? Io ho l’aquolina in bocca!).

    • SaBriNa

      La formula di base di questa manifestazione è la sperimentazione. E devo dire che è stata molto intrigante per questo motivo.

  • Marina

    Non conoscevo questa fiera, forse per la mia pigrizia che mi fa praticare poco sport! Grazie delle tue preziose info!

  • Ylenia

    Vi ho seguito nelle stories e ammiro tutte queste attività per grandi e bambini. Diventa un modo per stare all’aria aperta condividendo esperienze indimenticabili ed educative.

  • anna di

    Ma dai, non avevo idea che esistesse una manifestazione del genere in Italia. Cavolo, essere a Bologna! Magari mi organizzo così riesco ad esserci per il prossimo anno, e chissà, magari ci potremmo anche trovare! Grazie mille, sei una fonte inesauribile di idee, fra l’altro non convenzionali… mi piace!

  • Simona

    Conoscevo quella di Parma ma forse sono due fiere diverse? Magari riusciamo ad organizzarci insieme per il prossimo anno. Da noi Bologna dista poco più di un’ora

    • SaBriNa

      Totalmente diversi. A Parma il tema legato al turismo outdoor è di nicchia e incentrato sui camper. Qui a Bologna è centrato sulle attività all’aria aperta e allo sport.

  • Giorgia

    Non sai quanto io sia dispiaciuta di non essere riuscita a partecipare a questa fiera, proprio nella mia città! Per quanto io sia sempre più attiva (sia come viaggiatrice che come addetta ai lavori) sul turismo culturale, mi sembra che all’Outdoor Expo ci siano stati spunti molto interessanti anche per approfondire la conoscenza di un settore che si sta variegando tantissimo.
    Spero di riuscire il prossimo anno!

  • Raffi

    Non sono mai stata una grande amante delle fiere, ma da qualche tempo le sto riscoprendo perché sono molto cambiate da quando le frequentavo per lavoro nei primi anni Duemila. Oggi sono molto più esperienziali, e mi par di aver capito che questa lo sia all’ennesima potenza. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.