Emilia Romagna,  Europa,  Italia

Il nostro primo Salone del Camper – Parma 2019

Quando penso a Parma e l’associo al mese di settembre, la prima cosa che mi viene a mente è il salone del camper. Sarà per le distese di caravan parcheggiati, che non passano inosservate quando utilizziamo l’autostrada e sarà per i tantissimi amici, che ne parlano oramai da anni con entusiasmo. Caso vuole che quest’anno, complice la voglia di acquistare anche noi un quattro ruote con letto e cucina, abbiamo varcato per la prima volta i cancelli della manifestazione più importante di Italia. E lo abbiamo fatto in un venerdì caldo che di autunno aveva solo il numero sul calendario.

Facciamo un leggero passo indietro. Parma si conferma per la decima volta, la città ideale per ospitare oltre 350 espositori e attività turistiche del Salone del Camper. Dal 14 al 22 settembre 2019, il quartiere fieristico della città parmense ha ospitato in collaborazione con la storica APC – Associazione Produttori Caravan e Camper – la kermesse italiana del caravanning e del turismo in libertà.

Una superficie espositiva di ben 85 mila metri quadrati che ci sono apparsi carichi di tantissime novità, alcune conferme (a detta degli esperti del settore), la presenza di aziende di attrezzature e accessori per il plein air che permettevano l’acquisto in loco e agenzie ed enti di promozione turistica con interessanti proposte di viaggio.

Insomma, tutto quello che occorre per attirare l’appassionato del settore ma anche chi si approccia per la prima volta a questa tipologia di viaggio.

Da parte nostra abbiamo apprezzato molto l’entusiasmo che traspariva dai venditori e steward in ogni stand – a parte un paio che sembravano infastiditi ma questo è un altro discorso – ed abbiamo trovato carinissima l’idea di alcuni, di accoglierci direttamente all’interno del proprio mezzo in esposizione. Seduti letteralmente a tavolino, ci sono state illustrate alcune caratteristiche tecniche tra cui la differenza tra autocaravan e caravan.

Abbiamo avuto modo di avere risposte chiare e dettagliate sulla gestione e sulla manutenzione che un mezzo deve avere per essere funzionante e per non incorrere in sanzioni amministrative che possono rovinare la vacanza. Siamo rimasti particolarmente colpiti (in maniera positiva) come il mondo del caravanning sia vicino alle richieste di modifica dei mezzi per renderli e unzionali per le persone con disabilità fisica. Abbattendo quelle barriere che impediscono di poter vivere un viaggio con serenità e in perfetta libertà.

Il turismo in libertà è sostenibile

Come ogni anno si punta alla scelta di un argomento che possa essere un veicolo di scambio di opinioni e di riflessioni. La parola d’ordine scelta per l’edizione 2019 è sostenibilità. Il camper è una delle forme di turismo che meglio riesce a interpretare i principi di libertà valorizzando i luoghi e le comunità con cui viene a contatto. Sono moltissimi i luoghi in Italia (e non solo) difficilmente raggiungibili dai normali format turistici mentre con l’utilizzo di un camper, si ha la possibilità di realizzare un turismo sempre più sostenibile. Il concetto di mobilità, interazione del territorio e di vita all’aria aperta è il motivo per cui abbiamo pensato di rivolgerci al mondo dei camper per creare un nostro percorso di viaggio. E ci ha fatto piacere leggere come questa edizione sia stata particolarmente attenta alle esigenze green del viaggiatore e del viaggio creando una sinergia di idee e progetti.

E poteva mancare un interesse per il mondo a 4 zampe? Assolutamente no. Una intera area a loro dedicata con attività ludico ricreative adatte ai nostri amici animali e le loro esigenze. Moltissimi i cani presenti in fiera e tutti con uno sguardo felice di viaggiare con il loro padrone.

A questo punto vi chiederete perchè “l’articolo” sia senza foto. Presto detto: ho lasciato volutamente la macchina fotografica a casa per avere lo zaino libero e pronto per gli innumerevoli depliant che mi venivano offerti negli stand. Ho da sempre avuto la passione per i cataloghi colorati e pieni di idee a cui prendere spunto una volta tornata a casa.

E prima di salutarvi, una domanda la poniamo noi a voi: avremo trovato ciò che cercavamo? Lo scoprirete presto!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.