Austria,  Europa,  InCamper

I dintorni di Salisburgo: le miniere di sale di Hallein

Una imperdibile esperienza se siete in viaggio per l’Austria è quella di visitare una miniera di sale. Attorno alla città di Salisburgo ve ne sono ben tre che da alcuni anni si sono trasformate in musei interattivi e dinamici. Dalla più antica che di Hallstatt passando per Altaussee e arrivando fino ad Hallein, nell’altopiano di Durmberg, è possibile calarsi nella difficile vita dei minatori che estraevano questo importante minerale.

Noi abbiamo avuto modo di essere ospiti per un giorno delle Miniere di sale di Hallein e tra un cunicolo, uno scivolo e un lago sotterraneo, siamo stati letteralmente conquistati da questo mondo che non conoscevamo. Merita così un capitolo a parte in quello che è stato il viaggio in camper tra Austria e Germania in una estate molto particolare.

Le miniere di Sale di Hallein – Altopiano di Durmberg

A 4 km dalla cittadina di Hallein e a meno di 30 minuti di strada da Salisburgo, si trova il complesso che ospita le miniera per visitatori più antica tra quelle austriache. Un percorso della durata di circa 2 ore che passano piacevolmente in fretta e che permettono di conoscere da vicino la storia dell’oro bianco dell’Austria. Un percorso di poco più di 1 Km che passa addirittura il confine di Stato con la Germania senza che venga chiesto nessun documento di riconoscimento.

Esattamente cos’è il sale? Importante merce di scambio in tempi molto antichi, il salgemma è stato ed è ad oggi, una delle materie più utilizzate in molti settori industriali, agricoli e farmaceutici. Solo una piccola percentuale, circa il 20%, la troviamo in cucina per insaporire i piatti mentre il restante è utilizzato nella produzione di plastica, carta, detersivi per citarne solo alcuni dei suoi molteplici usi. A differenza di ciò che siamo abituati in Italia con la capillare presenza delle saline marine sparse in tutta la penisola, in Austria viene estratto dai millenari depositi sotterranei. Per questo motivo non possiamo chiamarlo comunemente sale ma salgemma.

Il mestiere dei minatori di salgemma in questa parte di Europa è di antica origine, dobbiamo al popolo dei Celti l’onore della scoperta e il loro utilizzo per la conservazione del cibo. Ed è proprio attraverso la storia di questa popolazione che si sviluppa il racconto nel viaggio sotterraneo di Hallein. Prima di procedere però sappiate che bisogna immedesimarsi proprio in un vero minatore con la tipica tuta bianca e gridare tutti insieme un forte “Gluck Auf!” di incoraggiamento.

Perchè scegliere questa esperienza di viaggio?

Potremmo scrivere perchè è divertente o perchè si potranno divertire moltissimo i nostri bambini. In realtà tra uno scivolo e un trenino che sfreccia per i bui cunnicoli, consigliamo questa visita perchè è un modo nuovo di raccontare la difficile vita dei minatori. Un antico mestiere che viene descritto attraverso l’utilizzo di metodi più moderni e tecnologici e che spesso diamo per scontato trovarlo nei nostri piatti, sulla nostra tavola e nei prodotti acquistati nel supermercato dietro casa.

Non è facile raccontare lo sconforto, la disperazione e la mancanza di sicurezza a cui i minatori erano costretti per portare a casa un misero stipendio. Alla miniera di Hallein e siamo convinti anche nelle altre due strutture, sono riusciti a farlo in maniera impeccabile. E se da un lato ci siamo anche divertiti grazie agli scivoli, al treno o alla battana sul lago di sale, dall’altro ci è stato dato un grande insegnamento di vita.

Perchè non scegliere questa esperienza di viaggio?

Se soffrite di claustrofobia o vi sentite soffocare negli spazi angusti, questo luogo non è adatto a voi. Il buio e i lunghi corridoi possono darvi una sensazione poco piacevole.

Le miniere di sale di Hallein – Informazioni importanti per la visita

  • La visita alle miniere di sale non è consentita ai bambini al di sotto dei 4 anni e alle persone con disabilità motoria;
  • Il percorso di 1 km circa è della durata di 60/70 minuti in un ambiente con una temperature costante di 10 gradi e richiede un abbigliamento comodo compreso di scarpe da trekking;
  • Non sono ammessi i cani;
  • All’ingresso viene fornito un armadietto dove riporre zaini, borse e oggetti ingombranti;
  • Ammesso l’utilizzo della macchina fotografica e di scattare immagini;
  • La visita è guidata e si entra a gruppi di dieci persone;
  • Le guide parlano in inglese, tedesco e se siete fortunati in italiano;
  • Gratis l’audioguida scaricabile con un App sul proprio cellulare;
  • Le tariffe partono da 30 euro per il singolo a dulto, 15 euro per ragazzi dai 4 ai 15 anni e pacchetti famiglia (2 adulti e 1 bambino euro 61,50 – 1 adulto e 1 bambino euro 38,00 – ad ogni bambino in più euro 12,00).
  • Le miniere di sale sono aperte tutto l’anno con un orario dalle ore 10 alle 15 (ultimo tour);
  • Compreso nel prezzo la visita dell’antico villaggio celtico (che noi non abbiamo visitato);
  • Possibilità di acquistare le cartoline con le vostre foto ricordo a 9 euro l’una;
  • Bistrot, negozio di souvenir, bagni e un parcheggio gratuito sono presenti in loco.

I CAMPER possono sostare nel parcheggio visitatori delle miniere di sale di Hallein durante la visita. E’ vietata la sosta notturna. In centro ad Hallein è presente una area sosta non attrezzata con 3 posti completamente gratuita (2, Pfleggartenweg) .

Informazioni importanti in tempo di COVID 19 – Aggiornamento Novembre 2021

Al momento in cui vi scriviamo per accedere all’interno delle miniere di Sale è obbligatorio indossare mascherina FFP2 per gli adulti (sopra i 14 anni) e mascherina chirurgica naso bocca dai 4 anni. Presentare l’esito di un tampone negativo (antigenico di 24 ore – PRC di 72 ore), certificato vaccinazione o di malattia dai 12 anni . Per qualsiasi informazione circa la situazione pandemica in Austria è bene rimanere sempre informati seguendo le indicazioni di Viaggiare Sicuri, il sito della Farnesina.

5 commenti

  • Roberta

    Sono dell’idea che lavori così importanti e faticosi avrebbero dovuto da sempre essere remunerati più del dovuto. È grazie a loro , come grazie ai contadini che noi abbiamo la vita che abbiamo.
    Grazie per questo viaggio .

  • Stremamma

    Che meraviglia! Mi sembra un’ottima idea per convincere la famiglia a tornare a Salisburgo! Per me, nata in terra di miniere, questi luoghi hanno sempre un doppio volto.

  • Claudia

    Sono stata a Salisburgo ma non ho avuto modo di esplorare i dintorni. Sicuramente questa miniera merita una visita così come la storia dei minatori merita di essere raccontata!

  • Raggio di Sole in Valigia

    Molto interessante, non ci sono mai stata. In effetti, l’Austria la conosco davvero poco! 😉
    Interessante anche il tuo punto di vista sul perchè fare questa esperienza, ma forse un pò mi preoccupa l’idea di dover stare in luoghi un pochino troppo opprimenti per me.
    Valentina

    • SaBriNa

      Abbiamo scoperto questa zona d’Austria quasi per caso sbagliando strada e devo dire che ne siamo rimasti molto stupiti di come sia poco conosciuta. Scendere nel sottosuolo è stato per me un mettermi alla prova e non pensavo di riuscirci.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.