Isole,  Italia

Le cinque migliori spiagge dell’Isola d’Elba (per noi!)

In questo venerdì di fine agosto, con la malinconia dell’estate che sta passando e l’entusiasmo per i mesi che stanno arrivando, spulcio le foto delle vacanze.  L’esperienza vissuta quest’anno è sicuramente stata diversa. Più intensa. Possiamo definirla  la più completa da quando siamo in quattro in famiglia e i bambini sono più grandi.
Già vi avevamo accennato ai primi giorni nell’articolo intitolato “Isola d’Elba – itinerario di viaggio” ma a dire il vero sembrava mancare sempre qualcosa. Quel ricordo o quel particolare così intenso da divenire addirittura difficile da tirare fuori dai meandri della mente. Troppe emozioni tutte insieme. Troppe esperienze vissute intensamente.
Nasce cosi il racconto che abbiamo voluto intitolare Le cinque migliori spiagge dell’Isola d’Elba (per noi!) .
Dove siamo limitati a raccontare la nostra esperienza sul piano pratico per lasciare che le emozioni quelle più intime e personali ancora nascoste.
Abbiamo così raccolto le idee e abbiamo voluto trarre le conclusioni su come affrontare una delle isole più invidiate dal resto del mondo. Ci siamo però messi nella testa di un genitore che affronta per la prima volta le spiagge, tutte diverse, con i propri bambini al seguito.
L’estensione dell’ Isola d’Elba è di circa 220 Km² in linea d’aria e questo dato potrebbe far pensare che si possa scoprire in pochissimi giorni. Riflessione totalmente sbagliata!
Si! Perché la diversità dei luoghi che possiamo incontrare è molteplice. E se il nostro interesse era è rivolto a una parte delle spiagge, in realtà le attività che offre sono tantissime e per tutti i gusti.
Sabbia nera, calette di sassolini dai mille colori, lunghi arenili di sabbia dorata, scogli a picco sul mare sono solo una parte di quello che abbiamo potuto scoprire della perla dell’arcipelago toscano. E che vogliamo condividere con voi.

 

 

☆ Spiaggia libera di Capobianco ☆
Spiaggia di Capobianco – Isola d’Elba – Foto di Sabrina Balugani

I piccoli ciottoli bianchi che ne compongono la spiaggia e parte del fondale, rendono questo luogo una delle location più consigliate dalle guide e dagli isolani. Ci troviamo a pochi chilometri da Portoferraio. Vicino alle conosciute località di Padulella e Le Ghiaie, nel versante nord dell’isola.

Essendo la spiaggia più consigliata  è ovviamente molto frequentata, soprattutto nel periodo di maggiore affluenza turistica (luglio ed agosto). Per poter godere al meglio la spiaggia, poter scegliere così il posto migliore dove stendere il  telo mare o fissare l’ombrellone, vi consigliamo di scendere presto. Prima delle nove del mattino possibilmente. Per chi viene dalle zone limitrofe ed arriva in macchina, la possibilità di parcheggiare gratuitamente è molto difficile. In alternativa un parcheggio a pagamento si trova proprio davanti alla spiaggia. Seguendo le indicazioni “spiaggia Capobianco” si devono scendere  alcuni gradini in granito che sono facilmente accessibili anche per i bambini.
La spiaggia  è riparata dal vento dalle bianche ed alte rocce. Nonostante questo particolare che lo rende una spiaggia assolutamente instagrammabile, le falesie sono anche a rischio di caduta piccoli massi. Evitare di sostare sotto di esse è assolutamente importante.

Nei paraggi non ci sono bagni pubblici e solo tornando al parcheggio si può trovare un barettino con (pensiamo!) annesso bagno dove potersi rinfrescare.

☆ Spiaggia dell’Innamorata  ☆
Spiaggia dell’Innamorata – Isola d’Elba – Foto di Sabrina Balugani

Questa spiaggia dal nome così romantico, si trova nel versante meridionale del Monte Calamita. Siamo a pochi chilometri dalla cittadina di Capoliveri, meta ambita a livello turistico. E’ un fazzoletto di sabbia finissima mista a sassolini con un mare dal fondale sabbioso. E’ adatto ai bambini che troveranno un livello dell’acqua molto basso inizialmente e che delicatamente si alza qualche metro più avanti. Nelle prime ore del mattino è alquanto fresca come acqua ma nell’arco della giornata la temperatura sale ed è ottimale per un bagno tutti insieme.

Divisa tra spiaggia libera e dallo stabilimento balneare del vicino albergo, la spiaggia appare per lo più soleggiata per buona parte della giornata.  La vicinanza con lo stabilimento permette di servirsi del vicino bar che funge anche da appoggio per chi vuole rinfrescarsi o usufruire dei servizi igienici.

Per chi arriva in macchina seguire le indicazioni Capoliveri e a meno di 3 chilometri si trovano le indicazioni per la spiaggia. Un ampio parcheggio a pagamento e uno gratuito permettono di scendere senza difficoltà alla spiaggia sottostante.

Per chi volesse affittare un pedalò o nuotare è possibile raggiungere le due Isole Gemini che si trovano a sinistra della spiaggia . Meta adatta per chi ama le immersioni in quanto il fondale è ricco di fauna marina.

E’ amata moltissimo dagli isolani  e dai villeggianti storici essendo molto tranquilla. Come se il tempo si fosse fermato. Ed è in questo contesto che tra un stanco gabbiano che curiosava tra i teli stesi al sole e le grida dei bambini che una signora ci ha raccontato la storia di questa spiaggia.

 

 

La leggenda narra che una giovane promessa sposa, convinta che il suo amato fosse stato rapito e trascinato sul veliero del pirata Barbarossa, si gettò in mare per salvarlo. Purtroppo il mare l’avvolse facendola sparire e non potendo cosi fare ritorno a casa tra le braccia del suo giovane amore.

L’innamorato pieno di rabbia e di dolore decise che l’anima della sua innamorata sarebbe stata presente in ogni gabbiano che si sarebbe posato sulla sabbia.

 

☆ Spiaggia di Nisporto  ☆
Spiaggia Libera Nisportino – Isola d’Elba – Foto di Davide Mazzoni
Con la spiaggia di Nisportino ci spostiamo nel versante nord dell’isola ed esattamente nel comune di Rio dell’Elba. La parola d’ordine di questa giornata è tranquillità. E non potevamo chiedere altro se pensiamo alla vegetazione selvaggia che incontriamo lungo la strada e attorno alla spiaggia.

La particolarità di questa lingua di spiaggia formata da multi variegati sassolini e finissima sabbia è quella di essere totalmente naturale. Centoventi metri di arenile libero e senza servizi.

Se avete voglia di staccare dalla frenesia del turismo di massa la zona attorno a Nisportino è adatta allo scopo. Offre ugualmente ottimi servizi come un comodo parcheggio gratuito a pochi metri, un barettino/pizzeria che serve di tutto ma nel completo silenzio e tranquillità che la caletta che lo circonda offre.

Non è propriamente adatta a far passare giornate intere ai bambini ma l’acqua cristallina e limpida oltre che il contatto con la natura, offrono spunti interessanti per tutte le età!

Attenzione alla strada. Per raggiungere questa spiaggia partendo dalla zona centrale dell’isola o da Portoferraio bisogna saper veramente guidare in situazioni alquanto particolari e per chi ha bambini che soffrono il male d’auto. Eviterei a priori.

☆ Spiaggia di Lacona  ☆
Spiaggia di Lacona – Isola d’Elba – Foto di Davide Mazzoni

Se cercate una spiaggia adatta ai bambini piccoli e avete in mente le tipiche sabbie della Riviera Romagnola. Lacona fa per voi!

Una distesa di 1200 metri di pura sabbia fine,dorata che si tuffa in un mare cristallino dai fondali dolci. Una spiaggia adatta a famiglie con bambini piccoli. Perfetta per i giovani che possono lasciarsi andare in sport acquatici essendoci ottimi servizi di noleggio. La spiaggia è per metà libera e per metà servita da uno stabilimento. In una complice armonia di divisione degli spazi. 

La particolarità di questa località è sicuramente la fresca pineta che si trova alle spalle e che è anche una parte di numerosi parcheggi (liberi e a pagamento) che rende l’accessibilità fruibile per tutti.
A questo punto vi domanderete il motivo per cui ho inserito una fotografia con una parte di roccia e non la spiaggia con la sua fine sabbia: troppa gente! Eh si! Non sono riuscita per via degli innumerevoli visitatori fare una fotografia decente della spiaggia e per questo motivo, ve la consiglio solo ed esclusivamente in un periodo di bassa affluenza.

 

☆ Spiaggia di Biodola ☆
Spiaggia di Biodola – Isola d’Elba – Foto di Sabrina Balugani

Il nostro viaggio ci riporta nuovamente vicino a Portoferraio. Dove sbagliando strada incappiamo in una spiaggia dalla finissima sabbia e dal mare turchese che apre la vista verso il Monte Capanne (la punta più alta!).

Macchia mediterranea e una protezione dai venti più fastidiosi, è un ottima località per riposare le stanche ossa. Il lungo arenile è un ottimo alleato per chi vuol fare giocare i bambini con secchiello e paletta Tanto che noi ci abbiamo passato quasi quattro ore a costruire un castello in riva al mare approfittando dell’ombra offerta dagli ombrelloni di altri turisti.
E’ una zona ricca di servizi tra cui alberghi, campeggi e strutture ricettive. Trovare un parcheggio non è proprio facile. I pochi che sono a disposizioni oltre ad essere a pagamento sono occupati fin dalla mattina presto. In alternativa si può raggiungere la spiaggia con un servizio bus navetta da Portoferraio.

Siamo giunti alla fine di questo reportage delle cinque spiagge che abbiamo voluto visitare nel nostro soggiorno all’Isola d’Elba. Sicuramente sono solo una parte delle tante bellissime località, che la perla dell’arcipelago toscano può offrire ai suoi turisti ed amanti della natura.

Nel nostro vagabondare tra una spiaggia e l’altra abbiamo utilizzato come mezzo di trasporto, la nostra automobile. Essendo noi ubicati in campeggio era la soluzione più facile per gli spostamenti. Esistono però ottimi servizi di bus navetta che permettono di andare da una parte all’altra dell’Isola. E se siete single o in coppia vi consigliamo sicuramente l’utilizzo del motorino per spostarvi. Un ottima alternativa più avventurosa della macchina.

Sabrina,  Davide, Ciopi e Mattia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.