InCamper,  Italia,  Trentino Alto Adige

Il primo viaggio in camper: Levico Terme e i mercatini di Natale

“Il primo viaggio in camper non si scorda mai!” è la frase che ci siamo sentiti dire da un amico di infanzia alcuni giorni fa. Un primo momento di smarrimento ed esitazione, abbiamo deciso di partire per Levico Terme. Destinazione mercatini di Natale con il nostro nuovo (per noi!) acquisto a quattro ruote. Rifornimento di gasolio, dispensa carica e serbatoi pieni siamo partiti alla scoperta del territorio trentino denominato Valsugana. Ad accoglierci la magnifica cornice del parco degli Asburgo e, una serie di disavventure che hanno reso indimenticabile il primo viaggio in camper. Non vi possiamo negare che scoglio più grande che abbiamo affrontato è stato il freddo. Una volta arrivati il panorama che si è mostrato ai nostri occhi è stato tale che tutto è passato in secondo piano. Andiamo con ordine e partiamo per Levico Terme.

Levico Terme: informazioni e consigli utili per visitare i Mercatini

Levico Terme è un comune italiano della provincia di Trento, da cui dista una ventina di chilometri. E’ situato nel punto più alto del fondovalle che compone la Valsugana ed è un centro rinomato per le vacanze in pieno relax. A far da contorno al centro abitato e agli innumerevoli campeggi che compongono Levico, l’omonimo lago dai colori strabilianti in tutte le stagioni.

Dal 23 novembre al 6 gennaio 2020, Levico si trasforma, offrendo ai visitatori innumerevoli iniziative dove il tema centrale è il Natale. Mostre, eventi tradizionali, effetti pirotecnici e i rinomati mercatini di Natale nel suggestivo Parco Secolare Aburgico, compongono un calendario fitto di appuntamenti. Gli orari di apertura sono dalle 10 alle 19. Fanno eccezione le giornate del 7 e 14 dicembre che chiudono alle 22.30. Il parco ospita ben 60 casette in legno con una varietà di prodotti artigianali e altrettanti sapori di montagna.

I mercatini di Natale a Levico Terme a misura di bambini

Il Natale è un periodo magico per i i bambini e i mercatini a Levico Terme sono una occasione imperdibile per i più piccoli. Se dovessimo utilizzare un termine anglosassone per definire la magia che si respira passeggiando in città, sicuramente family friendly è il più adatto. Dedicate le attività del Villaggio degli Elfi, il Trono di Babbo Natale e la casetta di Pan di Zenzero. Non mancano la fattoria didattica con la possibilità di cavalcare un pony. A far da cornice alle iniziative l’intrattenimento musicale della Christmas Band e la rassegna di cori “InCanto sotto la neve”. A meravigliarsi non saranno solamente i bambini. Tantissime sono le iniziative per … i più grandi.

Non mancheranno gli appuntamenti gastronomici legati alla tradizione montana come la festa dei formaggi di malga, della patata, della polenta e del miele. I mercatini di Natale sono l’occasione giusta per gustare i prodotti tipici locali. Per citarne alcuni lo strudel, la treccia mòchena, fumante vin brulé e le frittelle tirolesi Strauben con spolverata di zucchero a velo o marmellata. Si potrà fare un giro in carrozza per il paese e lo stesso parco che con il calare della sera, diventa sempre più romantico. E se nel mentre da lontano sentirete uno scampanellio insistente, niente paura stanno arrivando i Krampus nei loro spaventosi travestimenti. La tradizionale sfilata dei diavoli che accompagnano San Nicola a distribuire i doni, avviene il 5 dicembre in parte dell’Europa del Nord. Durante il periodo dell’Avvento e gli allestimenti dei mercatini di Natale, questa manifestazione si è trasformata diventando un vero e proprio rito folcloristico. Nulla a che vedere con la sfilata vera e propria. E’ però sempre un piacere scorgere le facce degli spettatori che cercano di non farsi prendere. Ad eccezione della Ciopi, che tirando la coda di uno di loro si è fatta fare un paio di fotografie come se nulla fosse. Un vero e proprio servizio fotografico.

I mercatini di Natale: la nostra prima avventura

All’inizio dell’articolo vi abbiamo scritto che i mercatini di Natale a Levico Terme sono stati il nostro primo viaggio in camper. Ci sono voluti tantissimi anni di tira e molla prima di decidere. Le estenuanti ricerche di alberghi, appartamenti a cui non lasciare l’intero stipendio, hanno sicuramente influito sulla scelta. Ci siamo così messi alla ricerca del camper ideale per noi che rispecchiasse le esigenze della famiglia. Lo abbiamo trovato dopo un paio di mesi di viaggi per il Veneto e l’Emilia Romagna tra piccole e grandi concessionarie. Un training di un paio di ore con la santa pazienza di Andrea e Massimiliano del Team SilviaCamper di Forlimpopoli. Siamo partiti per una nuova avventura. Destinazione Levico Terme e la scelta per la prima volta di sostare in una area apposita per i camper. Tra i tanti che ci sono in giro per Levico, ci siamo imbattuti (per fortuna) nell’Area 47 a fianco del Campeggio Due Laghi.

L’eccezionalità dell’evento ha portato la direzione del campeggio ad allargare gli spazi interni, offrendo una ottima sistemazione a lato delle casette/bungalow. Corrente elettrica, acqua di carico e scarico a 20 euro per 24 ore è il prezzo richiesto.

… e per raggiungere i mercatini?

Un comodo servizio di navetta al costo di un euro accompagna i visitatori direttamente all’ingresso del Parco Secolare Asburgico. La frequenza delle corse è ogni venti minuti e dura tutto il giorno con una pausa all’ora di cena. Le fermate sono disposte nei vicini campeggi e alberghi aperti per l’evento. Se amate passeggiare Levico si visita molto bene anche a piedi ed è piacevole grazie alle piste ciclabili/pedonali adatte ai passeggini in tutta sicurezza.

Levico Terme e l’omonimo lago

Menzione speciale e visita assolutamente d’obbligo, la vogliamo fare al Lago di Levico che in inverno sa offrire veramente tanto. La sua formazione è molto recente ed è separato dal colle di Tenna, al Lago di Caldonazzo con cui divide parte delle acque. La presenza di un lido e di una serie di edifici termali lo rendono un interessante luogo di villeggiatura estiva. Percorrendo la “strada dei pescatori” che costeggia la riva in un paio di ore si fa tutto il giro ad anello. Segnaliamo la presenza del germano reale, del svasso maggiore e la folaga.. Questi uccelli acquatici trovano nel Biotopo del canneto di Levico un rifugio e ristoro durante il periodo invernale. Se proprio passeggiare non vi intriga, potete sedervi a tavola nei tanti locali in zona. Seduti ad ammirare il panorama che si mostra ai vostri occhi.

Siamo giunti al termine di questo articolo e prima di salutarvi vogliamo assolutamente consigliarvi di visitare Levico Terme indipendentemente dal periodo natalizio. Abbiamo trovato una città viva e allegra, economicamente attenta alle esigenze del turista e soprattutto con i suoi abitanti contenti della nostra presenza. E credeteci che non sempre si trovano persone disponibili ad accogliere il turista (se poi è camperista!).

9 commenti

  • Irene

    Levico deve essere bellissima sotto le feste. Anche noi volevamo provare a fare un weekend in camper, ma sicuramente per la prima volta opteremo per un weekend in estate per via del freddo..

  • Raffi

    Bellissima esperienza quella del camper. Io la sogno da tanti anni, ma non mi decido a convincere definitivamente mio marito. Tanto oramai siamo in due (mio figlio fa le vacanze da solo, finalmente) e dobbiamo solo preoccuparci di mettere giù le ferie. Con un camper non ci si preoccupa più di prenotare, si prende e si parte. O mi sbaglio?

  • Catia

    Perfetto, dovrei solo dirti “era ora!”, ma essendo per bene informata sui fatti, ti dico va bene così;
    ora vedrai che sarà sempre più facile andare in cerca di luoghi da scoprire e soprattutto sarà più comodo potervi soggiornare.
    A chi qui sopra ha detto che è una delle esperienze da fare, o che lo sogna da tempo, posso rispondere di fare presto la scelta di averne uno, perché una volta saliti non vorrete più scenderne.
    Benvenuta tra i camperisti Sab e speriamo presto “in giro” con noi.

  • Catia

    Raffi, non sbagli; viaggio in camper ormai da 12 anni e ancora devo pensare di essermi stancata.
    Non so se posso, ma nel dubbio lascio decidere alla padrona di casa, fatti dire da lei dove seguirmi… in camper ovviamente.

  • Fabiana

    Ho avuto la fortuna di avere genitori camperisti, con il camper puoi raggiungere davvero ogni luogo, fino al più nascosto! Ottima idea visto il periodo di sfruttarlo per un giro ai mercatini di Levico!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.